TBS Group fornisce alle strutture sociosanitarie, pubbliche e private, servizi integrati di Ingegneria Clinica e ICT e gestisce in outsourcing tutto il parco tecnologico, biomedico e informatico, in particolare delle apparecchiature mediche e dei sistemi ICT e di telemedicina & teleassistenza, nonché soluzioni e servizi di e-Government per la pubblica amministrazione.
Con una forte propensione all'internazionalizzazione, il Gruppo attualmente opera in 20 paesi del mondo.

  • Best practices

TBS Group. Health Technology Management.

Innovazione tecnologica e di processo per ridurre i costi e massimizzare
la qualità dei servizi e delle prestazioni.

Le esigenze

dominoIn uno scenario caratterizzato dal progressivo invecchiamento della popolazione, da un parallelo aumento dei suoi bisogni, dal consolidamento di modelli di cura centrati su patologie croniche e dalla scarsità delle risorse economiche è emersa da tempo la necessità del sistema di riorganizzare l'offerta dei servizi in modo da:

  • estendere e garantire l'integrazione del modello di assistenza articolato sulla territorialità e sulla domiciliarità in concomitanza con la programmata riduzione dei posti letto ospedalieri;
  • migliorare la qualità complessiva dell'assistenza attraverso un’offerta che veda l'integrazione tra servizi sanitari e servizi socioassistenziali in un quadro di sostenibilità economica e di massima appropriatezza nell'uso delle poche risorse disponibili.

 

I vantaggi dell'assistenza domiciliare integrata


L'adozione di un modello centrato sull’assistenza territoriale porta indubbi benefici:

  • meno ricoveri (sia di numero che di durata);
  • riduzione del numero di visite e di esami diagnostici;
  • riduzione nel consumo di farmaci;
  • migliore prevenzione;
  • l'induzione nel paziente di un atteggiamento positivo ed indipendente;
  • la diminuzione dei disagi per pazienti e familiari;
  • la diminuzione dei costi delle cure.


TBS Group, in virtù delle sinergie tra le società del gruppo, si è proposto l'obiettivo di evitare che la tecnologia complichi la vita del paziente, piuttosto che migliorarla. Propone perciò un approccio integrato alla domiciliarità, che si articola in un insieme di "servizi tecnologici" che, grazie alla conoscenza e alla competenza dei processi connessi al trasferimento delle cure a domicilio del paziente, siano in grado di garantire la fornitura e la gestione di apparecchiature, infrastrutture, reti, soluzioni informatiche per la raccolta, elaborazione e trasferimento dei dati e strutture di supporto per assicurare la continuità dei servizi (centro servizi, tecnici qualificati presenti sul territorio).

La soluzione

Grazie al proprio network integrato e alle esperienza e alle competenze multidisciplinarie di TBS Group, è stato ideato il progetto Domino, con lo scopo di costruire un modello avanzato di innovazione per l'assistenza territoriale.

Domino ha trovato attuazione nel progetto "Applicazioni di medicina telematica nei servizi domiciliari dell'Azienda USL 8 di Arezzo", adottato dalla Regione Toscana per la promozione di un nuovo modello regionale di domiciliarità; il progetto è stato riconosciuto dal Ministero della Salute come uno dei progetti di maggiore rilevanza nazionale con la conseguente iscrizione nell'Osservatorio Nazionale e-Care.

Domino ha rappresentato la risposta alle esigenze di infrastrutture e soluzioni evolute evidenziate nell'ambito dei progetti:

  • "Telemedicina e assistenza domiciliare: valutazione cost-effectiveness di un nuovo approccio per il miglioramento della sicurezza nell’assistenza domiciliare come supporto al Chronic Care Model", integrato dalle "Linee di indirizzo per lo sviluppo del progetto di telemedicina dell'AUSL 8 di Arezzo";
  • "Gestione delle chiamate per la continuità assistenziale", sviluppato sul territorio aretino in collaborazione tra Azienda USL. INPDAP, Provincia di Arezzo e UNCEM.


Nell'ambito del progetto Domino presso l'AUSL 8 di Arezzo si è provveduto a:

  • potenziare il Centro Servizi, integrando il centro di ricezione delle chiamate per gli interventi tecnici (estendibile a tutto l'ESTAV Sud – Est), con 6 operatori in grado di garantire una copertura H24 per i servizi di continuità assistenziale, telesoccorso e telemonitoraggio;
  • integrare i software di gestione della cartella clinica ospedaliera con gli applicativi di gestione delle tecnologie biomediche e di gestione del territorio (ausili, MMG, ecc.);
  • attivare progressivamente i servizi di:
    • continuità assistenziale;
    • telesoccorso, nell'ambito delle iniziative della Provincia di Arezzo e dell’INPDAP;
    • telemonitoraggio;
  • con particolare riferimento alla definizione delle procedure e dei protocolli da utilizzare;
  • predisporre l'attivazione del TeleCUP, per cui è previsto un ulteriore potenziamento del Centro Servizio con altri 5 operatori.

 

I benefici

La prima fase operativa del progetto Domino ha assicurato:

  • Una copertura H24 del servizio di continuità assistenziale
  • La predisposizione (in termini di infrastrutture e procedure) del servizio di telesoccorso per 50 utenti
  • L'attivazione dell'attività di telemonitoraggio


Ha inoltre dimostrato la sostenibilità economica, attraverso l'ottimizzazione delle risorse economiche impiegate storicamente dall'ASL su più fronti.  Domino ha permesso di far evolvere l’infrastruttura tecnologica esistente, attivando canali di comunicazione fra i diversi attori coinvolti (MMG, specialisti, operatori territoriali) e permettendo la fruizione e la condivisione delle informazioni raccolte in maniera puntuale e capillare. Nello specifico, la circolarità delle informazioni ha permesso di:

  • segnalare pazienti cronici direttamente ai MMG e trasferirne il Patient Summary nel dossier clinico ASL;
  • distribuire tali informazioni a tutti gli specialisti ASL all’interno degli applicativi di uso comune (DEU, ADT, Ambulatori) ed arricchirne dinamicamente i contenuti;
  • registrare le misure effettuate a domicilio del paziente e pubblicarne i dati su dossier clinico;
  • veicolare tutti i nuovi eventi prodotti verso la cartella MMG AFT.

Le nostre società

Elettronica Bio Medicale S.p.A.
EBM è specializzata nello sviluppo e nella gestione di servizi di manutenzione multivendor in outsourcing e nei servizi...
Erre Effe Informatica Srl
Erre Effe Informatica di Arezzo offre soluzioni di informatica medica all'avanguardia per tecnologia e architettura, ...

I nostri clienti

Servizi in outsourcing per le strutture sanitarie
I driver fondamentali del sistema sanitario sono caratterizzati da una continua e rapida evoluzione tecnologica nonché ...

Le nostre soluzioni

Ingegneria clinica
TBS Group si propone come partner per il management in outsourcing di tutto il parco tecnologico presente nelle ...
Servizi di teleassistenza e telemedicina
Rientrano in quest’ambito tutti i servizi di teleassistenza e di telemedicina erogati per favorire la continuità ...

TBS Group S.p.A.
AREA Science Park, Padriciano 99 - 34149 Trieste - tbsgroup@pec.tbsgroup.com- P. IVA/Cod. Fisc./Reg. Imprese Venezia Giulia 00707060323
Capitale Sociale Euro 4.218.557,60 i.v. - Società soggetta alla direzione e coordinamento di Althea Group S.p.A.
 | Privacy |

© Incipit

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. > Leggi di più